Gli obelischi di Roma

Roma è la città al mondo con il maggior numero di obelischi egizi, in tutto nove. Prescindendo da quello Vaticano, posto di fronte a San Pietro, i più imponenti sono l’Agonale di Piazza Navona, il Flaminio di Piazza del Popolo, l’obelisco di Montecitorio, il primo fatto arrivare a Roma da Augusto, come bottino di guerra e soprattutto il Lateranense, il più antico degli obelischi romani e il più alto del mondo con i suoi trentadue metri. L’attuale collocazione degli obelischi è dovuta in buona parte all’opera di Domenico Fontana, l’architetto ticinese al servizio di Sisto V. Nei suoi cinque anni di pontificato, dal 1585 al 1590, il papa realizzò un piano urbanistico comprendente, fra l’altro, l’apertura o il completamento di rettifili colleganti le principali basiliche romane. Gli assi viari furono tracciati per unire Santa Maria Maggiore con la Trinità dei Monti, Santa Croce in Gerusalemme e San Giovanni in Laterano: gli obelischi vennero restaurati ed eretti con la funzione di segnalare visivamente i luoghi sacri per i pellegrini. Nonostante si trattasse di simboli pagani, la loro imponenza rimarcò l’affermazione del potere ecclesiale secondo l’ottica della Controriforma, cui Sisto V diede un contributo di rilievo. Molto prima del papa Peretti, tuttavia, erano stati gli imperatori romani, in seguito della conquista dell’Egitto, a servirsi degli obelischi, innalzati nei principali circhi della città. Diversa fu la sorte dell’obelisco di Montecitorio, in origine situato nel Campo Marzio, in prossimità degli altri monumenti legati ad Augusto: si tratta, infatti, dello gnomone della più grande e precisa meridiana del mondo antico, la cui perfezione costruttiva permise di verificare le misurazioni alla base della riforma del calendario, intrapresa da Cesare e portata a termine, appunto, dal primo imperatore.

Di Stefano Iatosti

Immagine di copertina: Obelisco Flaminio, Piazza del Popolo, ph Aurelio Candido
Gallery: 1- Obelisco Flaminio, photo by Martin Knopp; 2- Piazza San Pietro, Obelisco Vaticano, photo by Caleb Miller; 3- Obelisco Agonale, Piazza Navona; 4- Obelisco Laterano